Il primo Long Playing (LP) nasceva oggi

Quando è nato il primo Long Playing? Ecco la data di nascita e la storia dell’amato LP in vinile.
La sera del 21 giugno 1948 viene presentato al pubblico il sistema dei dischi in vinile Long Playing, che fino all’avvento del Compact Disc, negli anni ’90 è stato il mezzo di diffusione della musica registrata. Durante una conferenza stampa al Waldorf Astoria di New York, la Columbia Records offre al pubblico una dimostrazione del nuovo sistema di riproduzione delle registrazioni musicali, su dischi in vinile, a 33 e a 78 giri al minuto. Quella notte il pubblico ascolta il concerto in Mi minore per violino e orchestra di Felix Mendelssohn, e una serie di registrazioni di Frank Sinatra. Sono i due primi LP della storia della musica. Date le condizioni del mercato musicale dell’epoca, nei primi anni questo tipo di supporto viene riserva to esclusivamente a costose edizioni di musica classica o dei più prestigiosi spettacoli musicali di Broadway, ma in breve diventa il più diffuso e conosciuto sistema di commercializzazione della musica.

1948: il primo Long Playing
1948: il primo Long Playing

UN GIRADISCHI USB PER CONVERTIRE DISCHI IN MP3

(Un giradischi usb? Perchè no!)
Proprio quando pensavamo che i bei giorni dei nostri amati dischi LP, 33 e 45 giri fossero finiti per sempre, ecco che la tecnologia ci spinge a tirarli fuori dagli scatoloni del nostro garage!
In verità il mio amato vinile occupa orgogliosamente le pareti del mio studio-soggiorno e continua a riempire di musica la mia vita. Ma se appartenete alla prima categoria e non riuscite a barcamenarvi tra cavi audio, amplificatori e schede audio del pc e vi siete sempre chiesti: “Come si registrano o convertono i dischi LP in mp3?”,  ecco una semplice e veloce guida che vi aiutare registrare i vostri vinili sul computer e successivamente trasferirli su CD, lettore mp3 o Ipod.

Giradischi USB

Oggi il piatto Giradischi USB semplifica il passaggio e la trasformazione in digitale dei vostri dischi: basta collegarlo con il cavo USB al vostro PC di casa o computer portatile, avviare la registrazione Mp3, (meglio in wav) convertire i dischi in breve tempo e far rivivere le vostre memorie musicali sulle nuove… memorie digitali!

Nell’acquisto del vostro nuovo giradischi mp3, (ovviamente se il vostro portafogli lo  consente)  è consigliabile evitare i prodotti all-in-one, quegli articoli cioè che hanno amplificatore, casse, radio, cassetta, etc,  mentre è utile acquistare solo il giradischi  scegliendolo tra i marchi famosi del mondo hi-fi o dell’elettronica.
giradischi usb

Alcuni consigli:
– sostituire la testina e puntina di battaglia che troverete sul piatto con una di marca (la Grado Green è perfetta ma anche una Stanton o una Shure);
– se è possibile non effettuare la registrazione direttamente in mp3 (che resta un formato audio compresso e non lineare) ma in formato Wav per avere il massimo della fedeltà e successivamente convertire nel formato che preferite (mp3, ogg, wma, flac, etc.);
– masterizzare subito su un cd audio la registrazione;
– per concludere e non perdere tutto il lavoro,  fate  un bel backup dei  file che avete registrato.

E infine, se il vostro vinile soffre i segni del tempo e volete restaurarlo esistono svariati software in grado di ridurre i graffi e i fruscii; ecco una mia recensione su un programma che utilizzo anche in radio: Da vinile a Cd: restauro dischi con Audio Cleanic 2007 Deluxe.
Buon lavoro!

Ecco alcune offerte di Giradischi USB su Ebay

Prodotti consigliati:


Average Rating:
total customer reviews...


Average Rating:
total customer reviews...


Average Rating:
total customer reviews...