La più grande CENTRALE SOLARE al mondo è spagnola

Mentre in Italia ci grattiamo allegramente le palle, in Spagna in soli 11 mesi, 400 persone hanno creato la piu grande centrale solare del mondo: a Jumilla una regione vinicola nel sud della penisola iberica.
120.000 pannelli fotovoltaici coprono un’area di 100 ettari, con una capacità produttiva di 20 megawatt, alimentando di energia pulita ben 20000 abitazioni.
Il gruppo di investitori che ha creato la società di gestione ha stimato un fatturato annuo di 19 milioni di euro e una riduzione di emissioni di CO2 di 42.000 tonnellate all’anno.
Le energie rinnovabili in Spagna coprono attualmente il 7% del fabbisogno e secondo il Ministero dell’Industria spagnolo si arriverà al 10% nel 2010.
In questo sito la lista delle più grandi centrali solari del mondo
www.pvresources.com

Le prime due ? Spagnole…

Jumillala più grande centrale solare al mondo
Jumillala più grande centrale solare al mondo
0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

4 commenti su “La più grande CENTRALE SOLARE al mondo è spagnola”

  1. bel record sicuramente, però 20 MW non sono mica tanti, anche perché si tratta di potenza di picco, quindi non sono sempre 20 MW, anzi.

    E poi perché 20000 famiglie? Farebbe 1 kW a famiglia, il contratto tipo in Italia è da 3 kW

  2. Perchè 20 MW di potenza producono energia per più di 4 ore al giorno (se la centrale fosse nell’italia centrale figuriamoci in spagna) e poi perchè una famiglia in italia ha un contratto di 3Kw ma consuma circa 3 KWh al giorno.
    Quindi immmetterebbe in rete corrente pari al consumo di più di 20000 famiglie.

    Comunque il fotovoltaico è straordinario specie nelle ultime applicazioni a film sottile. Considerando anche i costi ambientali ad oggi risulta conveniente rispetto al petrolio (che nessuno dice riceve incentivi come altre forme di produzione di energia elettrica).

  3. Il fotovoltaico deve essere incentivato per i seguenti motivi:
    Occupazione; INdipendenza energetica; sostenibilità economica;
    sviluppo tecnologico…….
    Se questi motivi non bastano pensate che diminuire il peso dei consumi da prodotti petroliferi ci potrebbe far risparmiare su difesa e terrorismo, infatti diminuendo la capacità contrattuale di certi paesi arabi , non proprio democratici a cui l’occidente è legato a doppio filo si ridurrebbe le spese in armamenti. Pensate che solo un caccia costa fra acquisto , manutenzione e addestramento piloti controllo del traffico aereo e infrastrutture come una centrale solare da 50 MegaWatt in grato di fornire energia elettrica a 50000 famiglie.
    Una portaerei ha quasi un centinaio di aerei , pensate a quante risorse vengono sprecate per un deterrente che con una accorta politica energetica potrebbe essere sicuramente ridotto.
    Poi dicono che il fotovoltaico non conviene.

Lascia un commento