BUON NATALE in tutte le lingue!

Buon Natale in tutte le lingue

Gli auguri di Buon Natale in tutte le lingue del mondo che ho trovato in rete.  Elenco sempre in aggiornamento e se vuoi aggiungi anche quelle non presenti nella lista.
Here are the Merry Christmas wishes in all the languages of the world that I found online. Feel free to comment and leave your own if is not included in this list yet!

Leggi tuttoBUON NATALE in tutte le lingue!

Google: beneficenza e donazioni del 2011

Google gives back

Google il colosso del web, il gigante che monopolizza da anni le ricerche sulla rete e gestisce un’altissima percentuale della raccolta pubblicitaria da diverso tempo distrubuisce una parte dei propri ricavi in beneficenza. Provate a digitare www.google.org per essere aggiornati sulle iniziative benefiche di Google. Sono più di 100 milioni i dollari donati a varie organizzazioni in tutto il mondo, inclusi 40 milioni di dollari in sovvenzioni per sostenere le quattro cause che Google cura con particilare attenzione: l’insegnamento delle discipline scientifiche (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica), l’istruzione delle ragazze, la crescita attraverso la tecnologia e la lotta al traffico di esseri umani e alla schiavitù moderna.

Google gives back
Google gives back

In questa pagina, infine trovate tutte le iniziative e le fondazioni aiutate nel 2011 www.google.com/intl/it/landing/givesback/2011 e di seguito il video GOOGLE GIVES BACK

EMERGENCY: Incontro nazionale 6-11 settembre a Firenze

A Francesco Azzarà, il nostro logista sequestrato in Darfur, a Nyala, il 14 agosto scorso. sarà dedicata la decima edizione dell’Incontro nazionale di EMERGENCY, che si terrà a Firenze da martedì 6 a domenica 11 settembre 2011.

Sei giorni di conferenze, musica, spettacoli, mostre e dibattiti per raccontare EMERGENCY e parlare dei nostri programmi umanitari e del nostro impegno a favore della pace.

Gino Strada, Stefano Bollani e i Visionari, Serena Sinigaglia, Massimo Cirri, Don Gino Rigoldi, Erri De Luca, Fiorella Mannoia, Paola Turci, Elisa, Casa del Vento, Max Paiella, Paola Minaccioni, Anna Meacci, Elio e le Storie Tese, Serena Dandini, Paolo Hendel, Natalino Balasso, Antonio Cornacchione e Gad Lerner sono alcuni degli ospiti che saranno con noi.

EMERGENCY, Incontro nazionale Firenze  6-11 settembre 2011
EMERGENCY, Incontro nazionale Firenze 6-11 settembre 2011

TUTTI I GIORNI

Presso la LIMONAIA di FIRENZE FIERA (piazza Adua, 1) sarà esposta la mostra multimediale CURIAMO PERSONE. EMERGENCY in Italia.
Il programma completo sul sito di Emergency: http://firenze.emergency.it/

10° incontro nazionale di Emergency – Sei giorni di conferenze, musica, spettacoli, mostre e dibattiti per andare insieme oltre la guerra.

Ogni caccia F-35 costa un po’ più di 114 milioni di euro. Con ogni caccia si potrebbero costruire un’ottantina di asili nido. Che cosa preferireste, per i vostri figli? Un F-35 o un asilo nido?

Il tempo si compra: il rispetto si merita

Mi piace e la segnalo. E’ di Clarence Francis questa bella citazione che dovrebbe essere appesa e messa ben in vista nella parete di chiunque gestisca risorse umane e deve relazionarsi con l’operaio, la commessa, l’impiegato o il dipendente: dal piccolo negozietto di quartiere alla lussuosa direzione del manager di una grande azienda.

“Potete comprare il tempo di un uomo,
potete comprare la sua presenza in un determinato luogo,
potete persino comperare un certo numero di prestazioni lavorative, da svolgersi ad un ritmo prestabilito.
Non potete però comperare l’entusiasmo.
Non potete comperare l’iniziativa, né la fedeltà, e neppure la devozione del cuore, della mente e dell’anima dell’uomo.
Perché sono cose che vi dovete meritare”

Un ottimo spunto di meditazione…

AUGURI di BUON ANNO: Cartoline e Siti

Auguri di Buon Anno Happy New Year

Oltre i miei auguri di Buon Anno ecco le cartoline, i biglietti e i siti con disegni, immagini e foto da inviare a parenti e amici.
A pochi giorni dalla fine di questo tormentato 2010 ci auguriamo un nuovo anno più tranquillo e sereno, dove tutti (o perlomeno quanta più gente possibile), possano vivere meglio e in pace con sè e sopratutto con gli altri.
Vorrei un 2011 che non sia un 2010…
Vi auguro che la luce e la serenità non vi abbandonino mai.

Auguri di Buon Anno

Ecco alcune cartoline e siti dedicati agli auguri di Buon Anno (cliccate sulle immagini e poi col tasto destro, salva immagine con nome)


www.123newyear.com: Il più fornito con centinaia tra immagini, foto, filmati flash dedicati agli auguri di buon anno.
www.funnytunky.com: Pagine con diverse cartoline dedicate al 2011
http://www.flashcs.com: Un bel filmato flash di Auguri 2011
www.flash-screen.com: Decine di Sfondi per pc (wallpapers) dedicati al Buon Anno 2011

Altri siti con cartoline augurali di buon anno:
www.theholidayspot.com/newyear
www.123greetings.com
www.dgreetings.com/newyear

Calendario 2011: scegliamo quello di Emergency

Calendario 2011

Calendario 2011
“Facciamo la pace” è il titolo del nuovo calendario di EMERGENCY per il nuovo anno che sta per arrivare.
Antagonisti storici, acerrimi nemici finalmente fanno la pace grazie all’abilità di 14 grandi illustratori, ai loro disegni originali e al commento di Flavio Soriga.
Il calendario 2011 è stampato su Carta “ZANTO” 140 grammi certificata FSC e ha una foliazione di 32 pagine. Formato 23×33 cm.

Le illustrazioni sono di Ale+Ale, Alessandro Gottardo, Francesca Ghermandi, Franco Brambilla, Gabriella Giandelli, Gianni De Conno, Giovanni Mulazzani, Guido Scarabottolo, Matteo Perazzoli, Pia Valentinis, Pierluigi Longo, Steven Guarnaccia, Valeria Petrone, Valerio Vidali.

Puoi acquistare il calendario 2011 direttamente sul sito di Emergency

Il mondo che vogliamo

Questo è il mondo che vogliamo

Oltre 30 mila persone hanno partecipato all’Incontro nazionale di Emergency, dal 7 al 12 settembre a Firenze. Dibattiti, concerti, conferenze e spettacoli per raccontare il lavoro di Emergency e gli ideali che l’hanno guidato in questi anni.

Uguaglianza, rispetto dei diritti umani, solidarietà… sono il fulcro del documento de Il mondo che vogliamo, discusso a Firenze con artisti, filosofi, giornalisti e scrittori:

“Crediamo nella eguaglianza di tutti gli esseri umani a prescindere dalle opinioni, dal sesso, dalla razza, dalla appartenenza etnica, politica, religiosa, dalla loro condizione sociale ed economica.

Ripudiamo la violenza, il terrorismo e la guerra come strumenti per risolvere le contese tra gli uomini, i popoli e gli stati. Vogliamo un mondo basato sulla giustizia sociale, sulla solidarietà, sul rispetto reciproco, sul dialogo, su un’equa distribuzione delle risorse”

Il mondo che vogliamo: Emergency Firenze 2010
Il mondo che vogliamo: Emergency Firenze 2010

[leggi tutto il manifesto sul sito di Emergency]”

Grazie a tutti coloro che hanno deciso di stare con Emergency: Patti Smith, Nicolai Lilin, David Riondino, Marco Paolini, Jean Ziegler, Samuele Bersani, Lorenzo Monguzzi, Bebo Storti, Renato Sarti, Fabio Fazio, Roberto Saviano, Andrea Camilleri, Vauro, Massimo Fini, Antonio Tabucchi, Stefano Bollani, Fiorella Mannoia, Arturo di Corinto, Anna Meacci, Serena Dandini, Lella Costa, Antonio Albanese, Stefano Rodotà, Marco Revelli, Neri Marcorè, Casa del Vento, io…

Ecco i video delle giornate di Firenze sul sito di PeaceReporter.

Una foto con la Champions League per aiutare Emergency

Fino al 21 luglio potrai scattare una foto ricordo con la Coppa dei Campioni d’Europa e al tempo stesso donare il tuo contributo a favore della costruzione di un Centro pediatrico per offrire assistenza sanitaria ai bambini fino a 14 anni di età a Goma, nella Repubblica Democratica del Congo, in un’area dove la guerra ha portato 500 mila profughi.

Bastano 5 euro per contribuire a questo progetto, 10 se desideri che la foto venga scattata e stampata da un fotografo professionista.
INTER FOR EMERGENCY
Tu, INTER ed EMERGENCY: campioni di solidarietà.

INTER FOR EMERGENCY

Fino al 21 luglio
Tutti i giorni, dalle 10 alle 21

Sala delle Colonne della Banca Popolare di Milano
Via San Paolo 12, Milano

La radio locale aiuta L’Unicef e Haiti

Il 21 giugno 2009 decine di dj’s e speakers delle radio libere di Catania degli anni 70 e 80, parteciparono ad una mega trasmissione, FM80, nella quale le voci si alternavano a canzoni e registrazioni del periodo: un’esperienza piacevole anche per gli ascoltatori che dopo oltre 20 anni riascoltarono in diretta i loro dj’s preferiti del passato.
Per la seconda volta, le voci più amate di quel periodo ritornano insieme per un nobile fine: aiutare i bambini di Haiti, vittime del recente e terribile terremoto, tramite l’Unicef che si occuperà della raccolta fondi.
La tramissione andrà in onda domenica 28 febbraio dalle 7 alle 24 in contemporanea su Radio Catania, Radio Studio Centrale e
radiosiciliainternational (sui siti le frequenze o lo streaming per ascoltare on line).
Sarà possibile donare tramite il numero 800.090.125 e presso la sede del Comitato UNICEF di Catania in via Montesano 15.
Maggiori informazioni sul sito ufficiale Unicef italiano.
Fm80 2010

Diabete la cura non esiste ma il pancreas artificiale quasi…

Considerando il grande numero di diabetici, putroppo in costante aumento sopratutto in giovane età, questa notizia dovrebbe stare sulle prime pagine dei giornali dove spesso i titoloni danno spazio ad argomenti da Novella 2000 o a lecchinaggi politici che ormai non interessano a nessuno. Un pancreas articifiale potrebbe finalmente liberarci dalla schiavitù del Diabete, somministrando l’insulina che serve autonomamente senza nessun intervento grazie ad un controllo in tempo reale dei valori glicemici.

Il diabete di tipo 1 (insulino-dipendente), o giovanile, è una malattia autoimmune: il sistema immunitario impazzisce e ‘divora’ il pancreas del paziente, o meglio distrugge la parte di pancreas, le isole di Langherans, che produce insullina. Senza più possibilità di produrre insulina, i diabetici devono continuamente monitorare la propria glicemia manualmente e altrettanto manualmente autoiniettarsi insulina ogni volta che la loro glicemia sale. Anche il paziente più scrupoloso purtroppo può andare incontro a bruschi sbalzi, in alto o in basso, di glicemia, che a lungo termine fanno malissimo, soprattutto le ipoglicemie. A rischio sono soprattutto i bambini per i quali è difficile gestire la malattia, e anche per i loro genitori che comunque devono fare i conti con la vivacità del bimbo, le sue attività, i pasti sempre diversi, tutti fattori che causano continue variazioni glicemiche.

La notizia completa sul sito Ansa.